Premio Dialogare 2010

Tema: Scrivo, se non a te, a chi?

Paola Celio Rossello, residente a Ruvigliana, si è aggiudicata il Premio Dialogare 2010 con il racconto Nimekisoma.

La giuria ha pure segnalato il racconto
Scrivo, se non a te, caro S., allora a chi? di Marilena Anzini Caccia, residente a Lodano.

La premiazione si è tenuta l’11 marzo 2010 a Lugano. La giuria, presieduta da Osvalda Varini-Ferrari e composta da Luciana Bassi Caglio, Daniele Dell’Agnola, Daniela Pizzagalli, Franca Tiberto e Maria Rosaria Valentini, ha assegnato il Premio di CHF 2'000.- (duemila) a  Nimekisoma con la seguente motivazione:

Nella lingua della tribù congolese dei Mayogo, la parola vuol dire “Io l’ho letto”. E risuona, come un grido di vittoria, dalla bocca di Zubeda, la protagonista di un fatto di cronaca vera, o verosimile, degli anni 50. Grazie alla sua caparbia voglia d’imparare a leggere e a scrivere, questa donna riesce a conquistare un’arma vincente, ben più efficace della lancia usata dal marito: capire invece di sopraffare. L’episodio, simbolicamente rappresentativo, viene proposto in una forma asciutta, a ritmo incalzante, in grado di ricreare, con credibilità, un ambiente e una condizione: senza cedere alla tentazione del pittoresco o della retorica.

La giuria ha ritenuto di segnalare anche il racconto Scrivo, se non a te, caro S., allora a chi? con la seguente motivazione:

Nell’intimità, in apparenza accogliente, della propria casa, una donna di mezz’età, madre di un adolescente, rintanato nel suo guscio,  moglie di un marito che se n’è andato, fa i conti con la solitudine. E si rivolge all’unico interlocutore, sempre disponibile: lo specchio, cui confessa timori, desideri, ripensamenti. Dal colloquio, emerge una situazione femminile attuale: affrontata dalla protagonista con lucidità e ironia. Abilmente, l’autrice riesce a riscattare una sconfitta: facendone un nuovo punto di partenza.

Alla IX edizione del concorso di scrittura indetto dall’Associazione Dialogare-Incontri sono stati presentati 96 racconti inviati dal Ticino, dalla vicina Penisola, da Zurigo e dalla Francia.